favicon Pasta alluovo
facebook Pasta alluovotwitter Pasta alluovo

La pasta all’uovo è una preparazione base che si presta alla realizzazione di molti altri piatti. Cucinare una lasagna ex novo a partire dalla pasta all’uovo è decisamente un impresa soddisfacente, sia per il proprio ego che per il proprio stomaco.

Con questa ricetta si potranno preparare tagliatelle, tagliolini, ravioli ripieni, panzerotti, cannelloni e insomma un pò tutta la pasta fresca.

Per la preparazione della pasta all’uovo ci vuole una bella spianatoia larga, un mattarello lungo e tanta tanta delicatezza per stendere la sfoglia.

Le quantità accreditate per una porzione sono 100 gr di farina ed un uovo, anche se si tratta di una porzione molto abbondante. Vi consiglio di non superare mai queste dosi, ma anzi, potreste anche provare a ridurle.

PREPARAZIONE DELLA PASTA ALL’UOVO

Per l’impasto versare la farina sulla spianatoia, fare la fontana e rompere l’uovo al centro. Sbattere bene con la forchetta l’uovo e aggiungere il cucchiaino di olio.

Iniziare a incorporare piano la farina sempre con la forchetta. Passate alle mani quando vi sentite sicuri, e continuate ad impastare.

Quando la spianatoia sarà libera dalla farina controllate la consistenza dell’impasto. Dovrà essere innanzitutto omogeneo, e poi sufficientemente soffice per essere steso col mattarello.

Eseguite la pirlatura, cioè create una palla e cospargetela di farina. Se usate più di 200 gr di farina dividete l’impasto in più parti.

Mettete al centro la palla e spargete la farina anche sul fondo della spianatoia. Cominciare a schiacciare piano col mattarello la pasta e ruotatela in modo da dare una forma rotonda alla sfoglia. Aggiungete spesso la farina, la pasta non deve assolutamente attaccarsi al mattarello.

Quando la pasta sarà al di sotto dei 3-4 mm di spessore cominciate ad eseguire l’arrotolomento attorno al mattarello per sfinarla sempre di più.

Cospargete la sfoglia di farina, stendendola con la mano uniformemente, e cominciare ad arrotolare qualche centimetro dal lembo superiore. Cominciate quindi a muovere il mattarello, con intorno la sfoglia, avanti e indietro premendo delicatamente e spostandovi con le mani dal centro verso gli estremi. Arrivati agli estremi arrotolate un altro pò e ripetete l’operazione. Se necessario aggiungere altra farina. Non andate oltre la metà della sfoglia. Ruotate la sfoglia di 90 gradi, aiutandovi col mattarello, infarinate e arrotolate di nuovo partendo dall’alto. Continuate così, girando la sfoglia e arrotolandola attorno al mattarello senza mai superare la metà della sfoglia.

Quando la sfoglia sarà diventata molto sottile avete diverse opzioni per procedere, a seconda di quella che sarà la vostra preparazione finale.

CONSIGLI SULL’ UTILIZZO DELLA SFOGLIA

Se dovete preparare dei cappelletti, o altro tipo di pasta ripiena, potete immediatamente cominciare a posare il ripieno. La pasta non dovrà essere troppo secca, altrimenti non riuscirete più a chiuderla.

Se dovete tagliare la sfoglia, preparando magari delle tagliatelle o delle lasagne, dovrete prima far seccare la pasta una mezz’oretta, stendendola su dei canovacci.

La pasta all’uovo una volta tagliata può essere congelata, seccata (si mantiene anche per una settimana) o consumata subito.

Per la cottura bastano circa 3-4 minuti in acqua bollente.

Mi raccomando il ragù!

pastaalluovo5-632x474 Pasta alluovo

 

facebook Pasta alluovotwitter Pasta alluovo
favicon Pasta alluovo